Side Navigation

Intervista a Furio Ceciliato, Founder di “ORIGAMO”

Intervista a Furio Ceciliato, Founder degli Originali “ORIGAMO”.

– Chi sei? Dove sei nato e dove vivi?

Sono Furio Ceciliato, sono nato a Torino 44 anni fa e vivo in provincia di Torino

 

– Di cosa ti occupi? Come sei arrivato a questo impiego?

Sono il fondatore degli Originali Origamo, i biglietti augurali fatti a mano e solidali.
Sono diventato imprenditore a 23 anni e ho avuto (e ho) alcune attività di distribuzione prodotti.
Quattro anni fa mi sono imbattuto in questi meravigliosi biglietti artigianali vietnamiti e intuendone il potenziale li ho trasformati in un successo commerciale con la creazione di oltre 2300 punti vendita in Italia in due anni e mezzo.

 

– Cosa ne pensi dell’utilizzo dei social network per il lavoro?

Si calcola che ormai il 60 % degli acquisti in negozio è influenzato precedentemente da una qualche Interazione sui Social Media.
Anche un prodotto profondamente “analogico” come Origamo non può prescindere da una forte presenza online.

 

– Qual è stata l’occasione o l’avvenimento che ti ha portato a cambiare completamente vita?

A livello personale, l’incontro con la religione Buddista a 20 anni.
Pratico il Buddismo mattino e sera da 24 anni e mi è di grande aiuto nella quotidianità, in particolare nel mantenere un atteggiamento combattivo verso le avversità e positivo verso il futuro.
A livello professionale l’incontro con Frank Merenda e il suo Metodo di Marketing.
L’applicazione dei suoi insegnamenti e l’approfondimento quotidiano di ciò che lui e i suoi maestri insegnano sono uno dei pilastri del successo di Origamo.

 

– Credi che i giovani possano creare una nuova imprenditoria, sia essa digitale o meno?

Assolutamente si.
La rivoluzione digitale permette al classico “ragazzo di provincia” come ero io di entrare in contatto con realtà e opportunità prima impensabili.
L’energia dei giovani è da sempre la fonte rivitalizzante della società e noi dobbiamo fare di tutto per sostenerli.

 

– Quanto è importante viaggiare per creare le proprie opportunità?

E’ fondamentale.
Viaggiare è il cibo della mente ed espande orizzonti e mentalità.
(Vedo ancora troppi ragazzi parlare poco o male l’inglese, come PRIMA cosa impariamo a parlare bene almeno l’inglese.)

– Lavoro, è presente e non si ha voglia, va creato o non ce n’è?

Nel mondo c’e’ sempre un grande flusso di denaro e sempre ci sarà, sta a noi “intercettarlo”.
Partendo sempre da noi stessi, dobbiamo chiederci “Cosa posso studiare per fare un ulteriore passo in avanti? Quali limiti personali devo superare per trovare lavoro o migliorarlo?”.
Nella difficile realtà di oggi il lavoro va creato, scovato, attirato dal nostro dinamismo interiore.

 

– Qual è il nemico peggiore; mancanza di aspirazione o voglia di avere tutto e subito senza sacrifici?

L’ambizione è importante cosi’ il forgiarsi attraverso le difficoltà.
All’ingresso della mia azienda campeggia una frase del mio Maestro, il grande filosofo giapponese Daisaku Ikeda:
“E’ il cuore che è importante.
La vera felicità e la vittoria dipendono dalla decisione che hai nel cuore.”

 

– Se potessi tornare indietro per cambiare qualche scelta fatta in passato, cambieresti qualcosa?

Noi siamo quello che siamo anche (soprattutto?) grazie agli errori commessi, se siamo bravi ad usarli come carburante per migliorare.
Non cambierei nulla.. pero’ c’e’ stato un periodo della mia vita, intorno ai 27-30 anni dove mi girava tutto “troppo” bene e mi sono seduto un po’, facendomi andare bene le cose.
Abbiamo il diritto/dovere verso noi stessi di non accontentarci mai e di mettere le mani sugli aspetti che non vanno o non ci piacciono della nostra vita.
Non possiamo pensare di diventare veramente realizzati o felici se non facciamo queste azioni coraggiose.
Se viviamo coerenti alla nostra VERA natura nascerà una grande soddisfazione e non avremo rimpianti, perché bella o brutta che sia stiamo vivendo la NOSTRA vita e non quella che ci è “toccato vivere”.

 

– Quanto è importante circondarsi di persone che ce l’hanno fatta?

Una volta ho sentito Jay Abraham, uno dei grandi del marketing Usa, dire “If you are the smartest guy in the room, you are in the wrong room”.
E’ proprio cosi’.

 

– Raccontaci un piccolo aneddoto che descrive perfettamente la tua personalità

Se manteniamo uno spirito sincero e dinamico, la vita ti fa dei regali “inaspettati”:
Mi sono laureato 20 anni fa con una tesi in Economia dello Sviluppo perché il mio sogno era lavorare a favore dei paesi del terzo mondo in organizzazioni tipo l’Unicef.
Sono finito a fare tutt’altro fagocitato come tutti nel “delirio” del lavoro e degli impegni quotidiani.
Ora grazie ad Origamo sosteniamo la Christina Noble Children’s Foundation, la più importante fondazione a favore dei bambini di strada vietnamiti.
Mia moglie ed io abbiamo creato la sezione italiana di questa meravigliosa associazione e riusciamo ad incidere concretamente sulla vita di centinaia di bambini sfortunati, molto di più che se fossi diventato un funzionario di una mega struttura.

 

 

– BONUS: Dove possiamo seguirti? Linka i tuoi canali

GLI ORIGINALI ORIGAMO
www.origamo.com
https://www.facebook.com/originaliorigamo/

 

CHRISTINA NOBLE CHILDREN’S FOUNDATION
www.cncf.org

https://www.facebook.com/ChristinaNobleChildrensFoundationItalia/

 

 

Vuoi leggere altre interviste?
Intervista a Luca Lixi, CEO di Lixi Invest – Tutti i segreti della finanza, VideoIntervista ad Ornella Pesenti – ideatrice di Fotografia per ImprenditoriIntervista a Stefano Versace – The American Ice Dream; o Intervista a Carlo Vulnera;  oppure Adelina Mihaylova creatrice di “Aziende Alleate”, il primo Joint Venture Club in ItaliaIntervista a Gianluca Gallo, disegnatore di successo) poi anche Francesco Passafaro, un realizzatore dei propri sogni del Cinema Teatro Comunale e tante altre.

Ti può interessare anche:

Comments

Leave a Comment